Hai i tergicristalli accesi mentre fuori c’è il sole?

Roberta Liguori

Questa mattina sono salita in auto per andare verso Fano, a casa dei miei genitori, per un bel pranzo in famiglia prima della mia partenza di domani (ebbene sì, domani parto per gli Stati Uniti per un mese intero per andare a Orlando, in Florida, ad assistere il Dott. Richard Bandler, John e Kathleen la Valle con i migliori Trainer di PNL al mondo!!)
Oggi è una giornata serena, ma appena ho acceso l’auto i tergicristalli hanno iniziato a muoversi velocissimi: erano rimasti così da ieri, quando avevo preso la macchina per fare delle commissioni sotto la pioggia torrenziale.

Ho pensato che anche noi esseri umani a volte facciamo così.

Ci sono delle situazioni che richiedono reazioni specifiche da parte nostra, reazioni magari forti, necessarie per proteggerci e reagire a un evento particolare: un tradimento ci rende più cauti verso le persone, un abbandono ci ferisce e ci fa “alzare la guardia” verso chi ci dice che ci vuole bene, un tentativo di prevaricazione ci rende aggressivi e pronti a sfoderare le nostre armi.

Queste situazioni però, non sono permanenti.
Non tutte le persone tradiscono, e non ha senso vivere nella perenne diffidenza.
Non tutte le persone abbandonano, ed è sciocco evitare di affezionarci per timore di essere lasciati.
Non tutte le persone sono sempre pronte ad aggredirci o prevaricarci, e vivere sul piede di guerra è inutile.

Il nostro cervello tende a ragionare per abitudini. Quando protraiamo un certo comportamento per un po’ di tempo, magari perché questo comportamento ha un senso in quel contesto specifico, poi il nostro cervello tenderà a riproporcelo anche fuori da quel contesto.

Se per molti giorni siamo rimasti delusi da un tradimento, spaventati e feriti per un abbandono, arrabbiati per un torto che ci è stato fatto, abbiamo di fatto allenato un certo schema comportamentale. E proprio perché il nostro cervello ama le abitudini, tenderà a riproporre gli stessi comportamenti anche quando la situazione esterna è cambiata. Insomma, se non prendiamo consapevolezza degli schemi mentali che stiamo mettendo in atto, probabilmente continueremo ad approcciarci alla vita con sfiducia, paura o rabbia, qualsiasi cosa ci accada. Proprio come è successo alla mia auto questa mattina, quando l’ho accesa durante una bella giornata di sole e i tergicristalli sono partiti, memori della pioggia torrenziale di ieri.

Lentamente muore
chi diventa schiavo dell’abitudine,
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marcia,
chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce.

-Martha Medeiros
Quando attivi un comportamento, chiediti se ciò che stai facendo ha senso nella situazione che stai vivendo.
Perché magari tu hai lasciato accesi i tergicristalli che avevi attivato per proteggerti dalla pioggia, ma fuori sta brillando uno splendido sole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la newsletter del lunedì!

Iscriviti subito





    Ultimamente stiamo notando che alcune caselle e-mail mandano le nostre email – e tante altre! – nelle cartelle SPAM o PROMOZIONI. Se entro 24 ore non ricevi la nostra risposta, vai a controllare queste due cartelle nella tua mailbox.