La felicità è a portata di mano

Roberta Liguori

Non sono mai stata così in forma in vita mia, neanche a vent’anni.

A quell’età ero cicciottella, sempre stanca per via di un’alimentazione… diciamo naïf, ero spesso triste e depressa. Dormivo male e soffrivo di colite, e avevo molti problemi alla pelle. Ora, nonostante quarant’anni suonati, una malattia importante nel curriculum e una vita intensissima, sono in forma strepitosa. Gli unici acciacchi che ho attualmente sono dovuti ai postumi delle cure, ma passeranno.

Vuoi sapere come ho fatto?
Beh, devo farti una confessione.
Questa volta non posso vantarmi di avere utilizzato una strategia di successo, anzi. Ho ottenuto questo risultato perché sono stata costretta.
In realtà avevo già iniziato a modificare il mio stile di vita a 35 anni contestualmente ai miei primi studi di crescita personale, quando ho realizzato che per vivere la vita che sognavo avrei avuto bisogno di tanta energia. E allora ho aggiustato la mia alimentazione, ho preso l’abitudine di bere molta più acqua, ho smesso di ricorrere alle medicine per qualsiasi sciocchezza e ho iniziato a fare sport in modo più costante. Ma le eccezioni erano molte di più della regola, e troppo spesso ricascavo nei vecchi comportamenti dannosi.
C’è voluta una malattia per farmi cambiare davvero.

Perché noi esseri umani a volte siamo così incoscienti che abbiamo bisogno di un evento grave e doloroso per far nascere in noi la forza di cambiare, e se questo non accade preferiamo crogiolarci nelle nostre cattive abitudini anche se sappiamo che non ci fanno bene. Insomma, preferiamo sopportare una tollerabile infelicità per tutta la vita piuttosto che affrontare il fastidio temporaneo che qualsiasi cambiamento comporta.

Ma questo non è un modo intelligente di vivere. L’ha detto anche Giusy Versace allo scorso Beautiful Day: “Non aspettare che nella tua vita accada qualcosa di grave per darti una svegliata!”
E allora, anche se solitamente ti invito a seguire il mio esempio, questa volta ti esorto a fare il contrario: non fare come ho fatto io. Evita di aspettare, cambia subito.
Se nella tua vita c’è qualcosa che ti fa stare male, che non ti soddisfa o che ti rende triste, e questa cosa è sotto il tuo pieno controllo, cambiala immediatamente. Altrimenti, solo per evitare una fatica immediata, ti condanni a tanta inutile sofferenza per il futuro!

Io dall’esperienza della malattia ho imparato tanto, e la coloratissima Fenice che ho tatuata sul braccio sinistro mi ricorda ogni giorno che mi è stata regalata la possibilità di rinascere. Ho fatto tesoro di questo dono, e da allora prendo ogni volta le scelte più utili per la mia vita, anche quando sono apparentemente le più faticose. Perché se vogliamo rendere la nostra esistenza speciale dobbiamo smettere di “raccontarcela”, di accontentarci e di lamentarci, e dobbiamo invece agire con coraggio per creare la vita che desideriamo.

Se siamo abbastanza coraggiosi, la felicità è a portata di mano. 

PS: se vuoi saperne di più sul Beautiful Day, uno straordinario evento di formazione che prevede l’intervento di tantissimi speaker me compresa, clicca QUI!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la newsletter del lunedì!

Iscriviti subito





    Ultimamente stiamo notando che alcune caselle e-mail mandano le nostre email – e tante altre! – nelle cartelle SPAM o PROMOZIONI. Se entro 24 ore non ricevi la nostra risposta, vai a controllare queste due cartelle nella tua mailbox.