Non aspettare che nella tua vita accada qualcosa di grave per darti una svegliata!

Roberta Liguori

Non sono mai stata così in forma in vita mia, neanche a vent’anni.

A quell’età ero cicciottella, sempre stanca per via di un’alimentazione diciamo naïf, ero spesso triste e depressa. Dormivo male, soffrivo di colite e mi ammalavo facilmente. Ora, nonostante quarant’anni suonati, una malattia importante all’attivo e una vita intensissima, sono in forma strepitosa. Sono vitale, faccio sport ad alto livello, ho energia a sufficienza per godermi appieno ogni giornata. Gli unici acciacchi che ho sono dovuti ai postumi delle cure, ma passeranno.

Come ho fatto?
Beh, qui devo farti una confessione.

Questa volta non posso vantarmi di avere utilizzato una strategia di successo, anzi. Ho ottenuto questo risultato perché sono stata costretta.
Ho inziato a modificare il mio stile di vita a 35 anni con i primi studi di crescita personale, ma c’è voluta una malattia per farmi cambiare davvero. Perché a volte siamo così incoscienti che abbiamo bisogno di un evento grave e doloroso per avere la forza di modificare qualcosa nella nostra vita, e se questo evento non avviene preferiamo trascinarci avanti avvolti belli comodi in una sopportabile infelicità pur di evitare qualsiasi cambiamento.

Questa però non è una scelta intelligente. L’ha detto anche Giusy Versace, la bella ragazza che vedi in foto a cui sono state amputate le gambe dopo un incidente: “Non aspettare che nella tua vita accada qualcosa di grave per darti una svegliata!
E allora, anche se solitamente ti invito a seguire il mio esempio, questa volta ti esorto a fare il contrario: non fare come ho fatto io in passato.
Se nella tua vita c’è qualcosa che ti fa male, che ti fa soffrire o che ti rende triste, e questa cosa è sotto il tuo pieno controllo, cambiala immediatamente, senza aspettare che il dolore diventi così grande da rendere il cambiamento necessario.

E se invece ti stai raccontando che in fondo questa cosa non ti fa poi così male, che alla fine è sopportabile e che bla bla bla, fai questo calcolo: dai un valore alla sofferenza che provi ogni giorno per questa cosa e moltiplica questo valore per tutti i giorni, le settimane, i mesi e gli anni che dovrai sopportarla, se non cambi nulla. Qual’è il risultato? Vedi chiaramente ora, davanti ai tuoi occhi, quanto è grande il dolore totale che dovrai tollerare?
Sei sicuro che valga la pena vivere in questo modo?!?

A volte siamo così poco furbi da arrivare a prendere in giro noi stessi. Ci raccontiamo che in fondo non stiamo poi così male, e pur di lasciare il nostro coraggio lì bello impacchettato nella sua custodia originale ed evitare l’impatto che ogni cambiamento all’inizio comporta, ci crogioliamo in insane abitudini, fisiche o mentali, che lentamente ci uccidono.

Ora però ho imparato la lezione.

Ho imparato ad adottare uno stile di vita sano per sentirmi sempre meglio, e soprattutto ho imparato che la vita è un dono troppo prezioso per tollerare inutili sofferenze per molto tempo pur di evitare la scomodità insita in ogni fase iniziale di un cambiamento.
E allora quando riconosco che sto facendo qualcosa che non è buono per me, cambio.
Perché alla fine la vita è molto più semplice di quanto pensiamo, e a volte basta solo un pizzico di coraggio per renderla davvero straordinaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la newsletter del lunedì!

Iscriviti subito





    Ultimamente stiamo notando che alcune caselle e-mail mandano le nostre email – e tante altre! – nelle cartelle SPAM o PROMOZIONI. Se entro 24 ore non ricevi la nostra risposta, vai a controllare queste due cartelle nella tua mailbox.