Questa benedetta zona di comfort

Roberta Liguori

Mi sveglio nell’ennesimo hotel chissà dove.

Ascolto i suoni attorno a me nella penombra della stanza, annuso l’aria, faccio mente locale e finalmente ricordo che sono a Torino, per un corso di comunicazione e vendita.

Mi sento bene. Molto bene. Eppure sono lontana da casa, sola, in una città mai vista, senza le mie comodità e i miei affetti. Come è possibile che io sia tanto felice?

Tante persone mi chiedono spesso come faccio a vivere una vita così “nomade”, se mi sento sola durante i miei viaggi, se mi manca casa o se ho paura.
Rispondo sempre che nonostante io mi spaventi facilmente, sia priva del benchè minimo senso di orientamento e mi stupisca spesso come ad Alice nel Paese delle Meraviglie, in situazioni nuove mi sento serena e curiosa, e questo tipo di vita mi fa sentire immensamente bene.

Perché io questa vita l’ho voluta fortemente e l’ho creata apposta per me, e anche se osservandola dall’esterno sembra un’esistenza piuttosto complicata, io mi ci sento davvero comoda.

Mi prendo un attimo per riflettere e finalmente ho l’illuminazione. Allora il punto è proprio questo, alla fine è tutta questione di comodità!

Io ho una zona di comfort gigante, e sto bene ovunque e con chiunque. Mi sento a mio agio in un quartiere poverissimo in Argentina come in una sala riunioni di una multinazionale, al Cocoricò a ballare in pista come al Cafè de Paris di Montecarlo, in un’aula con duecento persone come davanti a un camino acceso, da sola, a leggere un libro.

E anche se io per prima dico spesso che per evolvere come esseri umani dobbiamo uscire dalla nostra zona di comfort, mi rendo conto che alle volte non è necessario uscirne. A volte basta solo… espanderla!

Quando ampliamo la nostra zona di comfort arrivando a farle comprendere nuove città, nuove persone e nuove esperienze e ci sentiamo a nostro agio in ogni ambiente, possiamo vivere qualsiasi situazione nuova con serenità, godendoci solo i suoi aspetti positivi.

Senza paura, disagio o senso di scomodità addosso, immaginate quanto è più divertente?!?

E allora alleniamoci a espandere sempre di più la nostra zona di comfort. Facciamo in modo che diventi grandissima, flessibile e dinamica, e ci permetta di vivere al massimo senza precluderci esperienze interessanti.

Solo sentendoci a nostro agio in qualsiasi situazione potremo alimentare e soddisfare la nostra curiosità, crescere come esseri umani e godere appieno di tutte le fantastiche avventure che la vita ci riserva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la newsletter del lunedì!

Iscriviti subito





    Ultimamente stiamo notando che alcune caselle e-mail mandano le nostre email – e tante altre! – nelle cartelle SPAM o PROMOZIONI. Se entro 24 ore non ricevi la nostra risposta, vai a controllare queste due cartelle nella tua mailbox.