Un piccolo filo di rame

Roberta Liguori

Non riesco più a sognare.
Non riesco mai a mantenere fede a un impegno preso.
Non riesco a essere costante e a terminare ciò che ho iniziato.
E ancora: non ho determinazione, non ho disciplina, non ho coraggio.

Quante volte sento queste frasi. E quante volte queste parole sono dette con l’afflizione tipica di chi ormai ha rinunciato, convinto che le difficoltà da superare per appropriarsi di queste abilità siano fuori dalla sua portata.
Anche io ci sono passata, e conosco bene lo sconforto che si prova quando ci troviamo a lottare sempre con gli stessi atteggiamenti distruttivi, ma siamo certi che cambiare sia troppo difficile e allora preferiamo rinunciare.

Per fortuna poi ho scoperto che questa convinzione, quando si tratta di costruire un nuovo atteggiamento o di riappropriarci di un’abilità sopita, è del tutto inappropriata.
E ora ti spiego perché.

Pensa ad esempio a un cavo elettrico, lo hai mai visto al suo interno?
Se lo apri scoprirai tantissimi piccoli fili di rame, che presi singolarmente sono fragili e delicati, ma uniti assieme creano un cavo resistente più del ferro, la cui potenza supera di gran lunga la potenza dei singoli elementi.

Le nostre abilità funzionano allo stesso modo.
Per costruire o sviluppare ad esempio la disciplina di cui hai bisogno per raggiungere obiettivi ambiziosi, non è necessario che ti poni una sfida enorme e lotti fino alla fine per vedere se sei in grado di superarla, basta iniziare in modo molto più cauto. Inizia con un piccolo atto di disciplina personale, un piccolo filo di rame appunto.

Mangi quaranta biscotti al giorno e vuoi smettere, ma non ce la fai? Bene, oggi mangiane solo trentanove, e festeggia questo risultato. Così facendo hai ricordato al tuo cervello che sei in grado di essere disciplinato. Ora si tratta solo di allenare questa abilità e potenziarla, aggiungendo altre azioni, ogni giorno. Alla fine tutti questi atti assieme costruiranno il tuo atteggiamento, un forte cavo elettrico che trasmetterà disciplina alle tue giornate, facendoti ottenere ciò che desideri.

Lo stesso principio vale con l’abilità di sognare.
Non sei più in grado di sognare? È comprensibile, a volte il dover far fronte alle urgenze della vita quotidiana annichilisce i nostri muscoli sognatori.
Ma anche in questo caso, inizia con un piccolo sogno, qualcosa che ti piacerebbe fare subito, magari entro oggi. Poi, creane di volta in volta più grandi, inizia a sognare davvero forte, unisci gli ultimi ai primi e continua fino a quando tutti questi sogni andranno a costruire la tua ricchissima vita interiore. Solo così ti riapproprierai dell’abilità di sognare con cui sei nato, e nella quale eri così bravo da bambino.

E allora fai proprio come un bambino, inizia a piccoli, anche piccolissimi passi. Ma inizia, e fallo subito. Perché il miglior modo per ottenere qualcosa nella vita è smettere di pensare, e iniziare a fare. Un passo alla volta.
Anzi, un piccolo filo di rame alla volta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi la newsletter del lunedì!

Iscriviti subito





    Ultimamente stiamo notando che alcune caselle e-mail mandano le nostre email – e tante altre! – nelle cartelle SPAM o PROMOZIONI. Se entro 24 ore non ricevi la nostra risposta, vai a controllare queste due cartelle nella tua mailbox.